Sali minerali per recuperare dall’eccessiva spossatezza

Un calo dei sali minerali è un avvenimento molto comune dopo un’intensa attività fisica, soprattutto se viene praticata in estate. La reintegrazione dei sali minerali è un processo importante, per alleviare la stanchezza e la spossatezza tipici della disidratazione. In questo articolo illustreremo cosa fare e come reintegrare i sali minerali dopo un’intensa attività sportiva.

 
 
Sali minerali contro la spossatezza: perché sono importanti

I sali minerali costituiscono una classe importante per il nostro organismo (circa il 6%), per questo, in caso di sudorazione eccessiva o di intensa attività fisica, è necessario reintegrarli. Affinché non si vada incontro a una disidratazione, è consigliabile mantenere il nostro corpo idratato, bevendo acqua all’incirca ogni venti minuti. In caso contrario è possibile avvertire alcuni sintomi comuni come la spossatezza o la stanchezza.

L’acqua è sicuramente la bevanda più indicata per aiutare l’organismo a ricevere i sali minerali adeguati, ma spesso potrebbe non bastare. La carenza dei sali minerali può causare alcuni disturbi importanti, come la nausea, la stanchezza e anche aritmie o crampi muscolari.

Di seguito abbiamo riportato gli elementi che aiutano il corpo in caso di disidratazione.

 
 
Sali minerali contro la spossatezza: quali sono

 
1) Sodio

Uno tra i principali elementi che contribuisce a contrastare la spossatezza e la stanchezza dopo un’attività fisica intensa è sicuramente il sodio. Il sodio ha la capacità di bilanciare il rapporto idro-salino del corpo, e contribuisce al naturale svolgimento dell’attività cerebrale. In assenza di sodio, è possibile avvertire dolori muscolari, come crampi. Il sodio si trova in quantità abbondante nel tonno e nei latticini, oltre che nelle olive.

 
2) Potassio

Così come il sodio, il potassio è un elemento fondamentale che contribuisce a regolare il bilancio idro-salino, e ha il compito di regolare il funzionamento dei muscoli. In caso di assenza di potassio, è possibile soffrire di aritmie cardiache. Il potassio può essere assunto attraverso gli alimenti, come nelle patate, nella frutta secca e nelle banane.

 
3) Taurina

Si tratta di un altro elemento importante da assumere in seguito a un’intensa attività fisica. La taurina contribuisce a velocizzare il recupero di energia e a pompare un quantitativo maggiore di sangue al cuore. La taurina può essere assunta attraverso le più comuni bevande energizzanti.

 
4) Il magnesio

Anche il magnesio è un sale minerale fondamentale, che generalmente viene assunto attraverso le mandorle, le farine e il riso integrale e con i legumi. La principale funzione del magnesio è quella di contrastare la stanchezza, e in caso di assenza il recupero muscolare sarà molto ostacolato.

 
5) Il ferro e il calcio

Ferro e calcio sono forse tra i più importanti sali minerali i cui il nostro organismo necessita. Infatti, sono costituenti fondamentali dell’apparato scheletrico, e possono essere assunti attraverso i latticini, la frutta fresca, la carne rossa e nel tuorlo d’uovo. In assenza di calcio e ferro è possibile avvertire nausea, spossatezza, stanchezza e crampi muscolari dopo un’intensa attività fisica, o, ancora, un blocco nella crescita e osteoporosi.

 
 

Ti potrebbero interessare...