Debolezza e infiammazioni, due rimedi naturali

Debolezza e infiammazioni, due rimedi naturali
3.3 su 4 voti

 
 

Estremamente diffusi nelle case degli italiani, l’aglio e la cipolla non sono solo delle piante aromatiche: sono infatti piante dalle incredibili proprietà benefiche, che possono apportare grandi benefici alla salute. L’aglio, le cui proprietà benefiche sono note già dal tempo degli antichi egizi, è infatti un efficace diuretico, vermifugo e antipiretico; ha inoltre proprietà antisettiche sia per l’intestino che per i polmoni, aiuta la digestione e ha un effetto benefico sul sangue e sul sistema circolatorio, fluidificando il sangue e proteggendo dalle aritmie.
Le proprietà della cipolla sono simili a quelle dell’aglio, anche perché le due piante hanno un’origine simile; la cipolla ha infatti proprietà antinfettive, antibiotiche, diuretiche, stimolanti, antitrombotiche e antianemiche. Vediamo quindi alcuni rimedi naturali che è possibile realizzare con aglio e cipolla.

 

Aglio e cipolla: i rimedi della nonna

Il primo rimedio che è possibile realizzare con l’aglio è una tisana contro la tosse: per realizzarla bisognerà tritare uno spicchio d’aglio e lasciarlo bollire per dieci minuti in 250 ml di latte. Si tratta di un rimedio adatto anche ai bambini; per renderlo più gradito ai più piccoli sarà possibile dolcificarlo con un pò di miele. Idealmente, questa tisana va assunta due volte al giorno, preferibilmente lontano dai pasti e dal momento del sonno; l’aglio ha infatti un effetto diuretico, e assumendolo prima di andare a dormire si rischierebbe di svegliarsi durante la notte per urinare. (Leggi anche le altre tisane benefiche.)

 
L’aglio può essere utilizzato anche per realizzare un rimedio contro i calli: in questo caso bisogna mettere lo spicchio d’aglio sulla zona da trattare, coprendolo poi con una foglia d’edera che aumenta l’azione callifuga. Il tutto andrà poi coperto con un dito di lattice, ottenibile tagliando un guanto di lattice, e fasciato ulteriormente con una garza in modo che non coli. Bisognerà poi lasciare agire il rimedio per tutta la notte, e al mattino il callo comincerà già a spellare. Bisogna però fare attenzione: talvolta l’aglio infatti può aggredire la pelle, specialmente se questa è molto delicata. Per evitare che ciò succeda ci sono due possibili rimedi: il primo consiste nel mettere un po’ di olio d’oliva sulla pelle intorno al callo, in modo da evitare che entri a contatto con l’aglio, mentre il secondo consiste nel prendere un cerotto apposito, tagliare via una parte corrispondente al callo e metterlo sulla zona da trattare, in modo da scoprire soltanto il callo.

 
La cipolla invece può essere utilizzata per realizzare un rimedio contro la diarrea; in questo caso avremo bisogno di una grossa cipolla, della quale prenderemo la buccia esterna e quella interna – cioè il velo della cipolla, la pellicola semitrasparente che si trova dopo la buccia esterna. Le bucce andranno messe a macerare in un litro d’acqua per tutta la notte; la macerazione può avvenire in due modi, riscaldando lievemente l’acqua sul fuoco oppure lasciando il tutto a freddo. Al mattino, l’acqua così ottenuta andrà filtrata e divisa in due parti, mezzo litro da consumare al mattino e mezzo litro da consumare nel pomeriggio. Il sapore sarà dolciastro, tutt’altro che sgradevole, permettendo così anche ai bambini di consumare questo rimedio.

 
Piccoli malanni: come si curavano una volta?

 
 

Ti potrebbero interessare...