Bassa autostima in amore e sul lavoro

bassa autostima stanchezza

La nostra salute fisica può essere influenzata in modo anche pesante dal nostro stato mentale; per questo motivo, una delle cause della spossatezza fisica e mentale può essere la bassa autostima. In generale, l’autostima è molto importante perché influenza il modo in cui ci relazioniamo al mondo: riuscire a irrobustirla dunque migliorerà la nostra vita da ogni punto di vista, sia mentale che fisico e aiuterà a superare eventuali problemi di memoria.

Bassa autostima in amore, quali possono essere le cause e conseguenze

Chi soffre di mancanza di autostima in amore non ha fiducia nella possibilità di essere amato. Spesso le cause dei problemi di autostima derivano da eventi riconducibili all’infanzia. Infatti, molte esperienze e ricordi negativi possono avere conseguenze che si ripercuotono su tutta la nostra esistenza. Alcune delle cause principali possono essere punizioni, abbandono, abusi, comportamenti severi di genitori e insegnanti, bullismo, mancanza di affetto, e altro ancora.

Quando la bassa autostima si verifica nell’adolescenza, la causa potrebbe essere le cattive amicizie, cambiamenti del corpo nel corso dello sviluppo, eventi che riguardano l’ambiente scolastico e disturbi dell’umore.

Le principali conseguenze di questa condizione incidono sulle relazioni amorose. Pensare che il partner sia migliore comporta il sopportare situazioni che non dovrebbero essere, invece, tollerate. Inoltre, si genera la paura di perdere la persona amata e questa bassa autostima si ripercuote anche sulla vita sessuale.

Bassa autostima sul lavoro. Cosa comporta, come migliorarla.

Chi ha una bassa autostima trascorre gran parte della giornata lavorativa a paragonarsi con i propri colleghi. Questi atteggiamenti aumentano lo stato di ansia impedendo il normale svolgimento delle mansioni e dando un’immagine di sé come persona inadeguata al ruolo.

Queste persone, spesso, hanno un profondo senso di inferiorità e vivono con il terrore di perdere il lavoro a causa della loro sensazione di inadeguatezza nello svolgere il proprio ruolo. Questo provoca altissimi livelli di stress o, addirittura, depressione, che incidono sulle performance.

Per migliorare la propria autostima occorre definire gli obiettivi, dando molta importanza alla motivazione. Inoltre, bisogna svolgere mansioni che gratificano ma, soprattutto, è fondamentale curare le relazioni con gli altri. Circondarsi di persone positive, che ci stimano, permette di superare i problemi di autostima.

Vediamo adesso dieci modi possibili per migliorare la nostra autostima e stare meglio con noi stessi.


Bassa autostima: 10 rimedi

  • Innanzitutto, dobbiamo rafforzare i nostri punti forti: troviamo quello in cui riusciamo bene, quello in cui siamo davvero bravi e coltiviamolo. Siamo portati per le lingue? Impariamone una nuova. Siamo persone artistiche? Seguiamo un corso di disegno, o musica, o teatro. In questo modo eviteremo di concentrarci sulle cose per cui non siamo portati, impegnandoci invece per migliorarci.
  •  Il secondo punto consiste nel curare il nostro aspetto. Il modo in cui ci vestiamo e ci curiamo è il modo in cui ci presentiamo al mondo: per questo è importante avere sempre i capelli puliti e in ordine, indossare vestiti puliti e adeguati alle occasioni e in generale cercare di presentarci bene.
  • Terzo punto, cerchiamo di sorridere e irradiare tranquillità. Le altre persone sono come degli specchi, reagiscono a noi in base a come noi ci presentiamo. Se sorridiamo, le altre persone ci sorrideranno. Se saremo tranquilli, gli altri saranno sereni con noi.
  • Il quarto punto invece consiste nell’imparare da chi è migliore di noi. Non dobbiamo pensare di sapere tutto, ed è importante approcciarsi con umiltà agli altri: tutti ci possono insegnare qualcosa, e spesso si tratta di lezioni preziose che faremmo bene a non lasciarci sfuggire.
  • Quinto punto, mettiamo al lavoro le nostre idee, e non quelle altrui. È importante assumersi le proprie responsabilità e cercare di avere idee e processi mentali originali, senza copiare gli altri. In questo modo saremo sempre padroni del nostro pensiero creativo, e sapremo individuare in ogni momento eventuali errori o momenti di difficoltà.
  • Sesto punto, frequenta persone animate da ideali. Così come gli altri sono degli specchi per noi, anche noi siamo degli specchi per gli altri. Se ci circondiamo di persone positive, animate da profondi ideali, ambiziose e piene di idee, questi aspetti positivi ci influenzeranno e ci renderanno delle persone migliori.
  • Settimo punto, valuta il giudizio degli altri per quello che vale davvero. Non farti schiacciare dai giudizi negativi, e cerca sempre di migliorarti e di rimediare ai tuoi errori. Non dare peso alle critiche fini a se stesse, ma ascolta chi invece ti vuole aiutare a crescere.
  • Ottavo punto, evita le persone polemiche e scoraggiate. Se ci circondiamo di persone negative, pigre, che non hanno mai niente di buono da dire su niente e nessuno, la loro negatività ricadrà anche su di noi e ci trascinerà giù.
  • Nono punto, usa le critiche per migliorarti. Quando qualcuno ti critica, ascolta con attenzione e cerca di capire cosa avresti potuto fare meglio. Questo vale anche per te stesso: l’autocritica è un importante strumento di crescita.
  • Decimo punto: mantieniti connesso all’Assoluto, con una visione superiore e distaccata che ti permetterà di vedere le cose in modo oggettivo, per come sono realmente.

 

Libri utili per migliorare l’autostima

migliorare autostima libroautostima bassa librostanchezza autostima bassaautostima libro superare fatica

 

Ti potrebbero interessare...