5 succhi per combattere le infiammazioni in modo naturale

5 succhi per combattere le infiammazioni in modo naturale
4.6 su 8 voti

 
 

Le piante e la frutta, doni della Natura, sono un valido aiuto per il benessere e le terapie alternative e naturali. Oltre al succo di foglie di olivo che apporta molteplici benefici per la salute, non bisogna dimenticare questi concentrati, meglio se presi bio, in grado di aiutare l’organismo nella cura e nelle prevenzioni di alcune infiammazioni.

 
 
Il succo di mirtillo: tantissime proprietà in un frutto piccolissimo

succo mirtillo infiammazione

Il succo di mirtillo, oltre ad essere un efficace trattamento anti-invecchiamento, grazie alla sua alta concentrazione di antiossidanti, è anche un antifiammatorio che agisce a livello intestinale. Infatti è utile in caso di gastroenterite acuta, per ripristinare la regolarità intestinale e bloccare gli attacchi di diarrea. Il mirtillo è molto utile anche contro la cistite e si utilizza, soprattutto in abbinamento ai farmaci tradizionali, quando si è colpiti da escherichia coli. L’escherichia coli è un battere che attacca la vescica e si contrae, principalmente, da cibi contaminati o facendo il bagno in mari, laghi e fiumi.

 
 
Il succo di aloe vera: un’aspirina naturale

succo aloe infiammazione

Nel succo di aloe vera è presente l’acido salicilico, che è lo stesso principio attivo contenuto nell’aspirina. È quindi, scientificamente provato, che il succo concentrato di aloe sia un ottimo antinfiammatorio, utile curare i sintomi di raffreddori ed influenze, quali mal di testa, dolori muscolari e catarro. Inoltre, l’aloe vera ha proprietà normo-glicemizzanti: aiuta a mantenere un costante livello di glicemia nel sangue, evitandone picchi e cadute e sopprimendo gli attacchi di fame nervosa o da ipo-glicemia.

 
 
Il succo di barbabietola: una sferzata di energia



succo barbabietola proprietà

La barbabietola è un alimento molto utilizzato anche nello svezzamento dei neonati. Questo perché è dolce, zuccherina, molto energetica e nutriente. Il succo di barbabietola ha proprietà sfiammanti sul fegato, quindi è utile berne un bicchiere dopo un abuso alimentare o un pasto molto ricco, per aiutare il fegato a smaltire tutte le tossine del super-lavoro che è stato chiamato a fare. Inoltre, il succo di barbabietola è un fluidificante naturale del sangue e contribuisce a tenere sotto controllo i livelli di pressione arteriosa. Una cosa da tenere presente è che, quando si mangia la barbabietola o se ne beve il succo, le feci possono tingersi di rosso acceso, rosso scuro o violaceo: non bisogna preoccuparsi, è un fenomeno assolutamente normale.

 
 
Il tarassaco: contro il colesterolo e le infiammazioni vascolari

tarassaco proprietà

Il tarassaco, o dente di leone, ha moltissime proprietà terapeutiche. Ha un sapore amaro, che non a tutti piace. È consigliabile, quindi, consumarne il succo concentrato sciolto in acqua calda, come se fosse una tisana, in modo da poterlo zuccherare o dolcificare con del miele, che ne migliora l’appetibilità. Il tarassaco aiuta il fegato a detossinarsi, contribuisce alla corretta assimilazione del calcio da parte delle ossa e ha effetti benefici sulla salute delle pareti venose, arteriose e dei capillari. Il tarassaco previene e cura le infiammazioni vascolari, promuovendo la buona circolazione sanguigna. Questo non solo aiuta a tenere controllati i livelli di pressione, ma contribuisce, anche, all’eliminazione delle placche di colesterolo. Il sangue più liquido, infatti, scorrendo meglio nelle arterie, riesce a distaccare le placche di colesterolo e metterle in circolo, in modo che possano essere fisiologicamente eliminate.

 
 
Il tamarindo: per la digestione e tutto l’apparato digerente

succo di tamarindo

Il tamarindo contiene naturalmente acido citrico, un principio attivo di grande efficacia per le infiammazioni del tratto digerente. È indicato nelle stomatiti, cioè le afte dolorose che si formano in bocca, dopo una digestione particolarmente difficile. Aiuta a curare le indigestioni e le intossicazioni alimentari e da alcool. È un lassativo naturale, in grado di sfiammare l’intestino sovraccarico e serve anche nella cura delle emorroidi infiammate, sulle quali ha effetti benefici, rendendole meno dolorose. Infine è utile, da sorseggiare a cucchiaini, in caso di vomito. Infatti, il succo concentrato di tamarindo ha un blando effetto antiemetico e, contemporaneamente, inibisce i recettori della sete. Questo è molto di aiuto quando si vomita e non si può bere perché è stato imposto il digiuno completo.

 

Ti potrebbero interessare...